Il cielo: fonte di ispirazione da millenni per innumerevoli generazioni, con i suoi colori, le sue luci…e le sue nuvole!
Oggi vogliamo analizzare cosa si può fare con la fotografia di paesaggio e le nuvole, magiche compagne e utili “escamotage” per risolvere al meglio le situazioni fotografiche a cui andiamo incontro!

Foto di Carmine Troise

Proprio i giganti della Valle d’Aosta, i “4000” delle Alpi, sfiorano e giocano in un abbraccio gigantesco le nuvole che, spesso, adornano le loro sommità: vero è che al fotografo di paesaggio sarebbe ideale trovarsi di fronte a questi panorami con il cielo limpido, ma…in realtà la presenza delle nuvole dona davvero un tocco in più alla scena!
Un valore aggiunto che si amplifica all’alba o al tramonto: scegliamo la corretta area di misurazione dell’esposizione per dare la giusta enfasi di colore alle nuvole.

Foto di Francesco Sisti

Se restiamo nel mondo delle alte quote, allora il massiccio del Monte Bianco diventa palcoscenico di innumerevoli ispirazioni fotografiche: una giornata con vento da nord e nuvole nel cuore del massiccio può regalare scenari davveroteatrali: se sappiamo comporre la scena nel modo corretto, sfruttando quel “vedo-non-vedo” offerto dalle brume che si avvinghiano con le torri di roccia e ghiaccio, potremo ricavarne scenografiche immagini che raccontano davvero il significato della natura selvaggia propria delle più alte cime.

 

Foto di Alexis Courthoud

L’acqua è elemento di forza nella fotografia: un lago può rendere speciale un paesaggio grazie al gioco dei riflessi e dei colori. Se a questo aggiungiamo la presenza delle nuvole, magari proprio in un giorno assai umido o nebbioso, allora il fascino viene amplificato: impariamo ad “anticipare” il fattore meteorologico, e scegliamo con cura la location!

Foto di Carmine Troise

In inverno oltre alle nuvole in sè possiamo giocare con altri eventi atmosferici, quali le nebbie e la spesso tanto attesa “inversione termica“: questa avviene in condizioni particolari, ove la temperatura del fondovalle è più bassa rispetto alle quote più elevate, e ciò forma un vero e proprio “mare di nebbia” negli strati dove avviene la condensazione dell’aria.
Anche questa è una situazione in cui la bravura del fotografo/escursionista si vede nell’anticipo delle previsioni meteo (è un evento difficile da prevedere con precisione); quando si sbuca dal mare di brume, specie nella stagione invernale, l’effetto scenico è assicurato!
La scelta della composizione e magari anche la presenza dell’elemento umano donano alle nostre fotografie una bellezza unica.

Foto di Marco Gabbin

Le nuvole posso diventare una tela in cui lasciar dipingere liberamente la luce: e il rossore di un alba in montagna dona occasione per lasciarsi suggestionare dalle forme e dai colori fantastici e sempre diversi di cui possono farsi portavoce le nuvole!
Scegliere la location giusta e giocare con gli elementi del paesaggio contribuiscono a creare una bella foto dell’alba, enfatizzata dalle texture create dalle nuvole.

Foto di Gabriele Prato

Le montagne, le vette conosciute e caratteristiche di un vallone o di un massiccio montuoso diventano esse stesse elemento di caratterizzazione di una fotografia, nonchè protagoniste dello scatto.
Avere la fortuna di una mattina coronata da particolari nuvole, come le nuvole lenticolari, sopra le creste può offrirci spunti davvero ispiratori: un immagine può raccontare un luogo sia con geografica precisione che con enfasi poetica…sta a noi dosare gli elementi per far propendere il fotogramma verso una “corrente di pensiero” o l’altra, e a volte la presenza dei vapori nuvolosi ci fa cogliere l’occasione per bilanciare entrambi gli scopi.

Foto di Gaetano Madonia

E’ così: guardiamo dove ci portano i nostri passi, ma tendiamo sempre l’occhio al cielo!
Leggiamo dietro le pieghe della meteorologia, affiniamo il nostro “fiuto” per le situazioni che, di volta in volta, ogni vallone e ogni versante può regalarci…magari senza aver troppa paura di trovare una giornata “nuvolosa”, perchè può essere proprio la condizione per scattare incredibili fotografie, proprio come possiamo vedere QUI, nell’archivio di Panoramica.it!

Seguici su facebook!